Logo

facebook

twitter

youtube

rss

header-frame

tilde3

Antonio Montinaro è una vittima di mafia. Pugliese di nascita (Calimera, 1962), è stato un poliziotto, capo della scorta di Giovanni Falcone. Ha perso la vita nell’adempimento del proprio dovere  nella strage di Capaci, lungo l’autostrada A29 Palermo-Trapani, il 23 maggio 1992.
 
 
 
 
Gli attentatori fecero detonare diversi quintali di tritolo posti sotto il manto stradale e la Fiat Croma sulla quale viaggiava Montinaro fu scagliata dall’esplosione a una decina di metri. Con Montinaro morirono il magistrato Falcone e sua moglie, Francesca Morvillo, e altri due agenti della scorta, Vito Schifani e Rocco Dicillo. Montinaro aveva solo 30 anni e lasciava la moglie Tina e due figli.  

antonio 3

 

 

 

A lui è stata conferita la medaglia d’oro al valor civile: «Preposto al servizio di scorta del giudice Giovani Falcone, assolveva il proprio compito con alto senso del dovere e serena dedizione, pur consapevole dei rischi personali connessi con la recrudescenza degli attentati contro rappresentanti dell'ordine giudiziario e delle Forze di Polizia. Barbaramente trucidato in un proditorio agguato di stampo mafioso, sacrificava la giovane vita a difesa dello Stato e delle Istituzioni. Palermo, 23 maggio 1992».

 

 

 

 

 

 

antonio 2

 

Profilo Autore: IoEsisto

L'Autore ha pubblicato 12 articoli finora. Maggiori informazioni su l'autore saranno presto disponibili.

Antonio Montinaro

antonio 2

La Nostra Campagna

Lm12

L'Italia sono anch'io

Social Media

Siti di Libera

 

libera2

informazione

viaggiare

terra

terra