Logo

facebook

twitter

youtube

rss

header-frame

ondaIn principio era Lo squalo, un nome aggressivo specchio della funzione a cui lo stabilimento balneare di Scanzano Jonico era in realtà destinato, quella di base operativa del clan Scarci di Taranto. Nel settembre 2011, con l’operazione Octopus disposta dalla direzione distrettuale antimafia del Tribunale di Lecce, arriva il sequestro dello stabilimento e negli anni successivi anche la confisca di primo e di secondo grado. Nel luglio 2012 l’associazione Libera diventa affittuaria dei beni ed insieme ai curatori nominati dal Tribunale decide di restituire i beni alla collettività, nonostante gli atti intimidatori che i volontari hanno dovuto subire.

Oggi lo stabilimento ha un nuovo nome, Onda Libera, e una gestione pulita, quella dell’omonima cooperativa sociale formata da UISP Matera – Unione italiana sport per tutti e AIPD Matera - Associazione italiana persone down, cha ha lo scopo di promuovere l’integrazione sociale dei cittadini e favorire l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate attraverso attività produttive e di servizio.

Già dal luglio 2013 il lido Onda Libera è meta dei ragazzi dei campi di volontariato di E!state Liberi provenienti da tutta Italia e anche per la sessione 2015 i posti sono tutti esauriti. Quest’anno il primo gruppo sarà presente dal 10 al 18 agosto mentre il secondo darà il cambio dal 21 al 29. I volontari saranno impegnati nell'ideazione e organizzazione di campagne di sensibilizzazione ed eventi culturali in spiaggia, nella ripulitura della pineta e nella partecipazione ad un laboratorio didattico presso un'azienda agricola biologica e biodinamica.

Non solo ombrelloni e sdraio dunque: la particolarità del progetto sta nel riutilizzo sociale del bene che quest’anno Libera ha promosso con la UISP e la coop Onda Libera, con il coinvolgimento delle associazioni e dei giovani del territorio. L’obiettivo è quello di creare uno spazio partecipato per sensibilizzare gli ospiti alla promozione della cultura della legalità, al rispetto dell’ambiente, al recupero dei materiali riciclabili, alla promozione dell’integrazione umana e sociale. E il risultato viene anche facile grazie al garbo e alla cordialità con cui Massimo, Pino, Michele, Fathi e gli altri gestori accolgono ogni giorno gli ospiti.

I ragazzi di Onda Libera ci aspettano a Scanzano in località Lido Torre. Onda Libera è un luogo di tutti ma per essere libero ha bisogno anche del nostro contributo. 

Qui l'album facebook di una giornata trascorsa al lido Onda Libera 

Profilo Autore: Maya

L'Autore ha pubblicato 272 articoli finora. Maggiori informazioni su l'autore saranno presto disponibili.

Antonio Montinaro

antonio 2

La Nostra Campagna

Lm12

L'Italia sono anch'io

Social Media

Siti di Libera

 

libera2

informazione

viaggiare

terra

terra